Home » Self Publishing: cos’è e come funziona l’autopubblicazione

Self Publishing: cos’è e come funziona l’autopubblicazione

Processo in continua evoluzione, il Self Publishing rappresenta una valida alternativa per la pubblicazione autonoma di un proprio testo, in formato digitale e cartaceo. Di sicuro è un modo per accelerare i tempi per pubblicare un libro, tempistiche molto più lunghe se invece ci si affida ad una Casa Editrice. Senza dubbio il lavoro e la forza di un editore dietro ad un testo sono comunque un punto a favore, ma per chi vuole sperimentare un piccolo business e cercare di farsi conoscere come “scrittore emergente” l’autopubblicazione è la strada più adeguata, dato che non richiede costi iniziali.

 

Self Publishing: come funziona

Con il Self Publishing l’autore è anche l’imprenditore di se stesso e del suo libro. Lui infatti deve occuparsi di tutto, di scrivere e correggere e poi lavorare alla parte estetica. Per quanto riguarda la copertina invece, si può affidare a qualche grafico o crearsela – sempre in modo autonomo – su differenti siti, uno tra questi Canva. Così l’autore può risparmiare soldi e tempo, magari perdendo un po’ nella qualità, fino a quando non acquisisce la giusta dimestichezza.

Una volta pubblicato e lanciato sulle piattaforme online, lui stesso dovrà occuparsi della promozione del libro, così da poter raggiungere un buon numero di vendite e di feedback. Un modo rapido, veloce e del tutto controllato per muovere i primi passi nel difficile mondo dell’editoria, grazie all’incredibile progresso digitale.

Perciò lo scrittore è anche imprenditore del proprio business, promotore e in un certo senso “editore”. Chi sceglie dunque di intraprendere questa strada va incontro a tante dinamiche, diventando così quasi multitasking, ma avendo sempre il pieno controllo di tutto.

 

I vari formati per l’autopubblicazione

Oltre al formato cartaceo si può, attraverso diverse piattaforme, lavorare al proprio testo per far sì che diventi un semplice ebook. Con costo inferiore, più immediato, da alcuni è anche più apprezzato.

Tra le varie opzioni, ci sono:

  • Il libro cartaceo;
  • Il formato ebook (digitale e quindi scaricabile direttamente dal sito);
  • Audio Libro (che poco a poco sta prendendo piede).

Così, una volta scelto il formato – o i formati – più adeguato alle proprie esigenze, bisogna lavorarci per fare in modo che venga pubblicato nel minor tempo possibile e che sia accattivante anche per i potenziali lettori. Questa procedura di autopubblicazione non prevede chiaramente costi, si guadagna una buona fetta di profitto calcolando la percentuale sul prezzo di copertina inserito. Su determinate piattaforme c’è un minimo obbligatorio di prezzo di copertina, poi suddiviso tra l’autore e il sito che permette a quest’ultimo di avere in “vetrina” la propria creazione.

Negli ultimi anni il formato digitale ha messo a dura prova l’editoria cartacea e questa idea – sempre più in voga tra i giovani -di utilizzare il Self Publishing si sta ritagliando una piccola parte nel mondo librario, da un punto di vista commerciale ed economico.

 

Amazon: la più utilizzata

Tra le piattaforme che danno la possibilità agli aspiranti scrittori di pubblicare autonomamente il proprio libro, la più utilizzata è Amazon. Si può citare anche IlMioLibro, usata un po’ meno rispetto al colosso americano.

La piattaforma statunitense sta ormai acquisendo il dominio su molti settori, tra cui quello del Self Publishing. Dalla sua parte possiede celerità, buona qualità, ampio commercio, possibilità di modificare in ogni momento il proprio libro. Per questo motivo è la via più semplice e concreta per affacciarsi a questo mondo.

Se si decide di usare Amazon bisogna iscriversi e registrarsi con un account al servizio Amazon KDP, utile per la vendita di formati di diverso tipo, già citati in precedenza. Per fare in modo che il testo venga pubblicato in più formati, sarà opportuno rivolgersi agli esperti del settore che in modo comunque celere riusciranno a risolvere le esigenze dell’autore. Per l’audio libro la procedura sarà più complessa, poiché ci sarà bisogno di un narratore professionista o comunque di una figura professionale specifica.

Il KDP è il Kindle di Amazon che funge da Libreria multimediale, in cui vengono inseriti ed elencati libri comprati dagli autori che si auto-pubblicano. Prevalentemente utilizzato per il formato digitale, Amazon ha così la possibilità di far conoscere ed utilizzare sempre di più i suoi prodotti.

Per ciò che concerne i profitti, lo scrittore ha la possibilità di ricevere il 70% del prezzo di copertina stabilito, mentre il 30% rimane al sito, come una specie di “affitto” e “distribuzione”. Al raggiungimento minimo di 100 euro, l’autore potrà dunque richiedere il pagamento. Subito dopo la pubblicazione, invece, avrà modo di monitorare in ogni momento l’andamento del titolo, che potrà essere una raccolta di poesie, un romanzo o qualsiasi altra cosa.

Con IlMioLibro le dinamiche sono simili, con l’aspirante scrittore pronto a mettere in vendita il proprio prodotto attraverso la piattaforma, anche qui con un prezzo minimo di copertina.

 

ISBN e diritti d’autore

Grazie al continuo mutamento di questo processo digitale, si è raggiunto un accordo con l’agenzia italiana di ISBN. Il codice in questione è fondamentale per identificare, in maniera duratura, l’unicità di ogni singolo testo, dunque utilissimo per chi utilizza l’autopubblicazione. Così adesso anche chi usa questa tecnica può far registrare le proprie opere come tali, attraverso la modalità “author’s publishing“.

Un altro motivo che spinge degli scrittori alle prime armi a scegliere il Self Publishing invece della Casa Editrice, è la cessione di diritti d’autore. Infatti con l’autopubblicazione di un proprio testo l’autore non cede a nessuno i propri diritti sull’opera.

Guadagna invece su di essa:

  1. Il contenuto creativo, la possibilità di monitorare e modificare in qualsiasi momento il testo.
  2. Il copyright.
  3. La distribuzione e il guadagno su ogni libro venduto, gestione marketing.

Dunque, a conti fatti, il Self Publishing è un’ottima soluzione per essere indipendenti e sperimentare la propria bravura nel campo della scrittura e dell’editoria.

 

 

Laureato in Scienze Umanistiche con indirizzo in Lettere Moderne, grande appassionato di scrittura, in particolare di poesia.