Home » Big Data, Thick Data e Open Data

Big Data, Thick Data e Open Data

Il termine “big data” si riferisce a dati informatici così grandi, veloci o complessi, difficili o impossibili da elaborare con i metodi tradizionali.
Vediamo le differenze.

turboNews

 

BIG DATA

I Big data indicano genericamente una raccolta di dati informativi così estesa in termini di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi analitici specifici per l’estrazione di valore o conoscenza. L’impresa attraverso l’utilizzo dei Big Data deve creare una struttura orientata al Valore: si riferisce alla capacità di trasformare i dati in valore. Un progetto Big Data necessita di investimenti, anche importanti, per la raccolta granulare dei dati e la loro analisi. Prima di avviare un’iniziativa è importante valutare e documentare quale sia il valore effettivo portato al business. I Big Data sono un argomento interessante per molte aziende, le quali negli ultimi anni hanno investito su questa tecnologia più di 15 miliardi di dollari, finanziando lo sviluppo di software per la gestione e l’analisi dei dati. I processi principali che compongono il ciclo di vita dei Big Data possono essere raggruppati in due macro-aree:

  • Big Data Management: racchiude i processi e le tecnologie per l’acquisizione e la memorizzazione dei Big Data e la preparazione ed il recupero degli stessi;
  • Big Data Analytics: racchiude i processi utilizzati per analizzare e acquisire informazioni utili da grandi dataset allo scopo di interpretare e descrivere il passato (descriptive analytics), predire il futuro (predictive analytics) o consigliare azioni (prescriptive analytics).

 

THICK DATA

Thick Data riguarda una gamma complessa di approcci di ricerca primaria e secondaria dei dati, attraverso sondaggi, questionari, video e così via. In poche parole, sono strumenti o tecniche informative che aiutano i brand a raccogliere conoscenze granulari e specifiche sul loro pubblico di destinazione. In questo modo le aziende possono comprendere il comportamento dei clienti, analizzare e adattare la loro strategia di marketing in base alle preferenze dei consumatori e guidare il gioco nel loro settore innovando i propri servizi.

 

CASO SAMSUNG

Samsung ha utilizzato i thick data per condurre ore di interviste, analizzare video e ascoltare conversazioni, mentre cercava una risposta a “Cosa significa la TV nella casa moderna?”

La ricerca ha rivelato che per la maggior parte delle persone i televisori non sono dispositivi elettronici, ma mobili. Da questa intuizione essenziale, il team Samsung ha ridisegnato i televisori, adottando un approccio modernista e modificando la propria strategia di marketing, in base al feedback dei clienti.

 

CASO LEGO

Nel 2013, LEGO ha raggiunto una crescita delle vendite del 10% pari a 3,4 miliardi di euro, con un aumento del 9% dei profitti, e le notizie dei media hanno suggerito che fosse fiduciosa per il futuro. Dieci anni prima la prospettiva era molto diversa. Sebbene nel 2000 fosse il quinto produttore di giocattoli al mondo, l’azienda era in grande difficoltà. I suoi brillanti mattoni di plastica erano molto apprezzati, essendo stati parte della vita di molti bambini da quando il progetto del fondatore dell’azienda per combinare i mattoni è stato brevettato nel 1958. Ma nel 2004, la società stava perdendo $ 1 milione al giorno.

La LEGO avviò un processo per raccogliere dati sulle vite delle famiglie di bambini, incorporando gruppi di ricerca nelle città e nei sobborghi statunitensi e tedeschi. Team di ricercatori hanno trascorso mesi a studiare le abitudini di gioco dei bambini e prestare molta attenzione a fattori contestuali come le relazioni familiari e l’ambiente. Sono andati a fare shopping con le famiglie e hanno intervistato esperti. I ricercatori hanno utilizzato una serie di metodi, tra cui osservazioni, interviste e diari fotografici completati dai partecipanti alla ricerca. In questo modo hanno creato un ricco database di dati qualitativi che hanno catturato i mondi e le abitudini dei clienti LEGO e degli utenti di giocattoli. Utilizzando un software che ha aiutato a codificare i dati non strutturati in temi, il team ha identificato i modelli più significativi nei dati raccolti. Quindi i ricercatori si sono riuniti per discutere i modelli e per esplorare somiglianze e differenze nelle loro osservazioni. Insieme, il team ha iniziato il processo di affinamento delle proprie osservazioni fino alle intuizioni più significative.

La scoperta ha rafforzato la teoria del team sul ruolo del gioco nella gerarchia, ma ha anche suggerito un ulteriore ruolo da giocare: si trattava di padroneggiare un’abilità specifica nel tempo.

Il team di ricerca LEGO ha sviluppato quattro intuizioni chiave – che i bambini giocano per:

  • Ottenere ossigeno, cioè sfuggire al controllo dei genitori
  • Capire la gerarchia
  • Ottenere la maestria in un’abilità

Questi sono stati semplificati in quattro categorie:

  • sotto il radar,
  • gerarchia,
  • padronanza,
  • gioco sociale.

Queste categorie hanno aiutato LEGO a rivedere la sua ipotesi iniziale che i bambini non avessero tempo per giocare. Invece, l’azienda ha iniziato a riconnettersi con i suoi utenti principali: i bambini, e LEGO hanno iniziato a esplorare alcune delle altre categorie attraverso iniziative di innovazione.

Queste intuizioni, estratte da mesi di ricerca e raccolta di dati, dimostrano il ruolo di un’analisi di comprendere il valore in uso e identificare gli attori, le identità, i significati e le abitudini coinvolti nei mondi intorno a un prodotto. Questo processo ha portato a un’attenzione più chiara alla produzione di set di giocattoli difficili che in precedenza erano stati visti come un problema, ma in realtà sarebbero stati visti come apprezzati dai bambini come un modo per acquisire padronanza nel tempo e ottenere una posizione sociale.

 

OPEN DATA

I dati aperti sono contenuti, informazioni o dati liberamente accessibili a tutti; che le persone sono libere di utilizzare, ri-utilizzare e ridistribuire senza alcuna restrizione legale, tecnologica o sociale. L’apertura dei dati ad altri ha il potenziale di consentire ad altri attori di trovare nuovi usi combinandoli con altre risorse. Le Aziende usano i dati analizzando i comportamenti dei consumatori per innovare i propri prodotti e servizi, offrendo al cliente valore.

Innovation and International Management student and Web Developer.